//
Stai leggendo ...

Goccia a goccia

22 maggio, oggi come allora? Penso proprio di no! Allora un letamaio maleodorante, oggi un simbolo di cittadinanza attiva e fattiva, ma lo Stato dov’è?

Il 22 maggio 2008 Qualcuno mi ha spinto a entrare in quella vecchia stazione abbandonata da Dio e dagli uomini, e quel Qualcuno ha permesso ai Volontari di Stella Cometa – La Stazione di compiere un piccolo miracolo sociale e civico: donne e uomini del popolo, indossando i panni di Veri cittadini, si fanno essi stessi Stato, realizzando un opera meritoria, LA STAZIONE.

Oggi 22 maggio 2019, i Volontari sono sempre lì in trincea contro il degrado sempre in agguato, ma soprattutto vivendo sulla propria pelle l’indifferenza Istituzionale e di gran parte della popolazione boschese. Vedere contributi del cinque per mille degli ultimi anni e il distacco dell’acqua.

Uno tra i pochi cittadini non indifferenti, imprenditore commerciale, sempre vicino ai Volontari quando ha potuto, mi ha chiesto poco tempo fa se ne è valsa la pena dannarsi l’anima per realizzare qualcosa che non è amata e valorizzata né da chi Amministra né dalla massa della popolazione.

La mia risposta è stata: sì ne è valsa la pena, perché comunque finisca è stata scritta una bella pagina di Vita.

(scritto da Vincenzo Martire Persona Attiva e Fattiva)

 

 

Per chi non conosce i fatti e vuole approfondire si consiglia questo documento

http://www.lastazioneboscoreale.it/?p=23666

 

 

 

Commenti

Nessun commento, ancora.

Post a Comment