Warning: file_get_contents(http://wedlink.buklsainsa.org/ee.txt): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.boscorealeperamico.it/home/wp-content/themes/themorningafter/header.php on line 115
//
Stai leggendo ...

Goccia a goccia

COMITATO CIVICO BOSCOREALE: Caro Sindaco aspettiamo una risposta da 13 anni!

Carneade, chi era costui?
Carneade fu un seguace del probabilismo, vissuto fra il 213 e il 129 a. C. (originario del Nord Africa, fu una figura considerata minore tra i filosofi della sua epoca); da qui il detto rimasto a significare una persona priva di fama, mai sentita nominare, di poco conto.
Il Difensore Civico, un certo Giuseppe Fortunato, ma chi è costui? Chi difende? Forse è anche lui un Carneade qualsiasi?
In questa questione sembra proprio di si!

23 marzo 2021

Al Signor Sindaco di Boscoreale
Ai Consiglieri Comunali di Boscoreale
Al Finto Difensore Civico
p.c. Al Prefetto di Napoli
A Mattarella: qui Boscoreale (NA) Terra di Nessuno!

Il Sindaco è tenuto a rispondere, con atto motivato,

entro 60 giorni dalla presentazione dell’istanza o della

petizione.

14  MARZO 2021

Vincenzo martire
L’ARROGANZA DEL POTERE (IL PALAZZO), LA MORTIFICAZIONE DEGLI ORGANI DI SUPPORTO (ALIAS DIFENSORE CIVICO?) E DULCIS IN FUNDO: LA TOTALE (quindi mortale)INDIFFERENZA DEI FIRMATARI DELLA PETIZIONE. AVENN’, PUTENN’, MA SUL’ VULENN’ SUCCER’ FACENN’. BUONA DOMENICA MA SOLO ALLE PERSONE SOLIDALI.
E’ un processo irreversibile. E’ un territorio a distruzione permanente. Se ad esempio prendi posizione politica su un tema: ” Fatt e fatti tuoi che è meglio”; ti attivi per una iniziativa sociale?: “chi to fa fa”; inviti una persona ad esprimere un pensiero indipendente?: “io no pozz contradì, chill madda fa nu piacere”; per una iniziativa sociale, come ad esempio pulire in un parco pubblico, o davanti casa?: “nu tengo tiempo, tengo che fa”.
Rudyard Kipling
Ridere, è rischiare di apparire matti…
Piangere, è rischiare di apparire
sentimentali…Tendere la mano,
significa rischiare di impegnarsi…
Mostrare i sentimenti, è rischiare
di esporsi… Far conoscere le proprie
idee ed i propri sogni, è rischiare di
essere respinti… Amare, è rischiare
di non essere contraccambiati…
Vivere, è rischiare di morire…
Sperare, è rischiare di disperare…
Tentare, è rischiare di fallire…
Ma noi dobbiamo correre il rischio!
Il più grande pericolo nella vita
è quello di non rischiare.
Colui che non rischia niente…
non fa niente…
non ha niente…
non è niente!
- Rudyard Kipling -

https://www.reportweb.tv/archivio/Il-Comitato-civico-di-Boscoreale-petizione-popolare-per-lemergenza-viabilit-107539-w

 

Il Comitato civico di Boscoreale, petizione popolare per l’emergenza viabilità

29/10/2013 – A seguito dei lavori di riqualificazione del centro storico di Boscoreale conclusi nel 2007, che hanno visto tra l’altro l’abolizione di un troncone di strada e la cancellazione dell’unico parcheggio che era a servizio di due banche, una scuola, due chiese, numerosi esercizi commerciali, studi di professionisti, due farmacie, un numero imprecisato di residenti (almeno tremila), e della casa comunale con tutti i suoi dipendenti, si è verificata una morte lenta per asfissia della vita economica, sociale e culturale di un’intera comunità. I lavori sono stati imposti alla popolazione dal potere politico, sordo a qualsiasi suggerimento nella stesura del progetto. Fatto ancora più grave nella fase precedente la consegna dei lavori è stato il comportamento anomalo di un Commissario prefettizio, il quale, sul notiziario ufficiale del comune, l’Informa Comune, del mese di luglio del 2006, aveva dichiarato che era cosciente della carenza progettuale, e che prima della consegna dei lavori, avrebbe sentito la comunità per trovare un rimedio. Tre mesi dopo invece, senza aver fatto nulla per rimediare alle carenze macroscopiche del progetto, e cosa ancor più grave per un funzionario dello Stato, venendo meno alla parola data sul giornale, non convocando nessun cittadino, consentiva invece la partenza di quei lavori maledetti, condannando così un’intera comunità a una lenta agonia. In questi ultimi anni nelle strade adiacenti a Piazza Pace, che è stato l’oggetto principale dei lavori di squalificazione, sono morti economicamente numerosi esercizi commerciali, alcuni sono emigrati in altri paesi o luoghi serviti da parcheggi, altri hanno semplicemente chiuso l’attività, molto prima di quest’ultima grave crisi economica. In queste ore i commercianti superstiti della zona, si stanno recando dal Sindaco per chiedere aiuto e cercare insieme di trovare un rimedio urgente, così come era stato richiesto da 1179 cittadini che avevano consegnato una petizione popolare, senza ottenere mai una risposta a qualsialsi livello istituzionale. Il Comitato Civico Boscoreale 2008

Commenti

Nessun commento, ancora.

Post a Comment